Laboratori Tecnologici


19 settembre

Laboratori Tecnologici

Volare e imparare con i Droni
Programma Regionale "Tutti a Iscol@" – Linea B2

Drone School (scuole medie e superiori)

Startup Business Game (scuole superiori)

Ecoduke Recupera Ricicla Riusa (scuole elementari)

Drone School

L'azienda SulcisDrone, pionieri in Sardegna nel campo dei droni si propone alle scuole secondarie di primo grado con "Drone School", un intrigante laboratorio didattico tecnologico per i ragazzi, con il quale gli stessi potranno avvicinarsi alla tecnologia dei droni, educandoli ad un loro uso corretto.

Il laboratorio Drone School è suddiviso in tre moduli:

Modulo 1, dove ai ragazzi verrà insegnato come sono costruiti e come funzionano i droni

Modulo 2, durante il quale i ragazzi verranno educati al corretto uso dei droni

Modulo 3, con il quale i ragazzi elaboreranno un video acquisito con un drone

Verranno dati in dotazione i pc portatili necessari per seguire il laboratorio e tutte le attrezzature necessarie. La scuola dovrà mettere a disposizione un aula idonea, ad esempio una grande aula o la palestra scolastica.

 

Ecco 7 ragioni per cui i ragazzi possono trarre beneficio da volare e imparare con i droni

 

Imparare le tecnologia – Giroscopi, accelerometri e sensori di dati sono solo alcuni dei componenti dei droni. E’ stata percorsa tantissima strada rispetto ai modellini radiocomandati di vecchia generazione. Sono proprio queste innovazioni che rendono divertente apprendere la conoscenza tecnica dei droni.

Acquisire esperienza e manualità – I Droni sono come mattoncini Lego. Si possono smontare, cambiare i pezzi, aggiungere ulteriori parti in seguito. La maggior parte dei modelli puo’ essere configurata e personalizzata.

E’ il futuro – Ora è il momento ideale per coinvolgere i giovani in questo settore in crescita con prospettive occupazionali non solo come piloti ma in un ambito eccezionalmente vasto di attività.

Padroneggiare la fotografia aerea – La maggior parte dei droni sono equipaggiati con macchine fotografiche o videocamere. Alcuno modelli sono semplicemente fotocamere volanti. Padroneggiare l’arte della fotografia aerea ravvicinata non è facile ma i risultati sono sorprendenti.

I Droni sono più accessibili che mai – Ci sono mini-droni che costano pochissimo, alcuni possono stare nel palmo di una mano!

Imparare le pratiche di sicurezza – E' fondamentale non lasciare soli i ragazzi e far conoscere e insegnare le migliori pratiche di sicurezza. Volare sicuro è il primo e più importante passo per essere un buon pilota.

Rielaborare i video e i dati – La rielaborazione al computer dei video e dei dati rilevati dai droni non è difficile utilizzando la corretta strumentazione, esalta la creatività e consente realizzazioni spettacolari.

  SCARICA SCHEDA LABORATORIO

 

Startup Business Game

Il progetto “STARTUP BUSINESS GAME”, nasce dall’esperienza dei 4 fondatori della startup sarda Sulcisdrone che intende condividere con i giovani allievi le esperienze diversificate e significative che ha maturato nel percorso di creazione di nuovo business. La metodologia adottata unisce i fondamenti della “lean enterprise” a un format di “business game”. Le esperienze pratiche saranno veicolate in un formato snello creato per: -far confrontare i ragazzi delle scuole intorno a tematiche concrete che abbiano il proprio territorio e le proprie esigenze al centro dell'attenzione; -valutare una modalità di realizzazione personale attraverso la creazione di impresa, anche no profit; -offrire opportunità pratiche di pensare e ragionare in modo meritocratico (anche utilizzando la rete); -apprendere le potenzialità dei nuovi paradigmi di comunicazione digitale. L'obiettivo principale dell'iniziativa è quella, come sopra indicato, di sensibilizzare i giovani al fare impresa nelle varie modalità, incluse attività non profit e progetti crowdfunding. Ci sono poi degli obiettivi secondari, così riepilogabili: – adeguare ai tempi la didattica introducendo modelli snelli basati non solo sul progettare, ma anche sul fare e su rapide verifiche; – utilizzare i paradigmi di comunicazione moderni; – trasferire i fondamenti del modo pensare e lavorare orientato al generare valore e alla progettazione di ogni aspetto della loro vita, partendo appunto da quello formativo; -Capacità di lavorare in team e misurarsi con gli obiettivi. Gli allievi, con un approccio a gioco di ruolo, verranno immedesimati nel rapporto con i clienti, le attività di vendite online, dopo aver individuato la value proposition del prodotto. Verranno illustrate le tecniche per rapportarsi con i fornitori, gli strumenti innovativi e digitali da utilizzare sia per la comunicazione con i fornitore che con i clienti, ed i canali digitali online di vendita. Il tutto confluirà nel modello di business e nella sua comunicazione a una platea di possibili investitori. La procedura verrà articolata attraverso 3 fasi con le seguenti attività: Fondamenti del business model semplificato, valutazione delle idee, creazione dei gruppi di 3/5 persone, che daranno vita ai singoli progetti che competeranno nel business game; Attività operative di creazione e presentazione del modello di impresa attraverso la creazione di slide e pitch; Comunicazione e diffusione dei modelli alla audience di potenziali investitori / finanziatori e confronto delle risposte online.

Ecoduke Recupera Ricicla Riusa

Il progetto “Ecoduke Raccogli Riusa Ricrea” è nato per dare ai ragazzi la possibilità di apprendere in maniera creativa e con il gioco i principi della raccolta, il riuso di materiali plastici e la creazione di composizioni artistiche con gli stessi. Il consumo di plastica è aumentato di venti volte negli ultimi 50 anni e continuerà a crescere in virtù delle sue ineguagliabili proprietà funzionali associate ad un basso costo. Se non corriamo però ai ripari, impedendo con tutti i mezzi che la plastica venga dispersa nell’ambiente, rischiamo di avere al 2050 più plastica che pesce (in peso) negli oceani. Ogni anno l’economia del packaging di plastica perde (dopo un singolo utilizzo), dagli 80 ai 120 miliardi di dollari di valore del materiale, mentre solamente il 14% degli imballaggi in plastica viene raccolto per essere riciclato a livello globale. Per quanto riguarda le bottiglie in plastica, realizzate per la maggior parte di esse in PET, basti pensare che, la produzione di articoli in PET riciclato (R-PET) da bottiglie post-consumo richiede il 60% di energia in meno rispetto all’impiego di PET vergine. Non da meno sono le possibilità offerte dal riuso, che offre riduzione di emissioni e di energia per il riciclo, in quanto la bottiglia viene riutilizzata con delle semplici modifiche o adattamenti, per dare vita a nuovi oggetti di grande utilità o di decoro artistico. In questo scenario, caratterizzato da problemi ma anche da grandi opportunità, nasce l’idea progettuale. Il progetto fa uso di macchinari specifici per la raccolta dei rifiuti plastici, i cosidetti RVM, di cui la società proponente è leader in Sardegna. Si tratta di strumenti all’avanguardia, che permettono di raccogliere bottiglie di plastica in maniera intelligente, raccogliendo nel tempo statistiche quali tipologie di bottiglie e quantità, e rendendo disponibili i dati online. Inoltre incentiva la raccolta regalando coupon spesa messi a disposizione dai commercianti locali. Il tutto si presenta come un macchinario imponente, colorato e ricco di tecnologia. I ragazzi verranno invitati a raccogliere presso le proprie famiglie e parenti delle bottiglie, che poi inseriranno nella macchina raccoglitrice. Verranno quindi resi attori di questa importante procedura, che svolta in età così precoce, prepara gli stessi ad una corretta intepretazione dell’importanza ambientale della raccolta differenziata. Gli allievi verranno introdotti successivamente in un altra interessante attività pratica che consiste nella realizzazione di piccoli oggetti di utilità quotidiana con le bottiglie e di creazioni artistiche di medio/grande dimensioni, anche aiutati da semplici software di modellazione 3D. Lo staff comprende esperti di didattica artistica, di gestione e riciclo materie plastiche, di comunicazione web. I risultati attesi sono quindi rappresentati dalla realizzazione di opere artistiche e di quotidiana utilità con materiali riciclabili, una maggiore sensibilizzazione dei ragazzi sulle tematiche illustrate, l’apprendimento di capacità manuali creative, e l’apprendimento delle tecniche fotografiche e video per la divulgazione dei risultati.

 

Affrettati a contattarci!

 

Tel: 3487811100 – 3406238497

Email: info@sulcisdrone.it

skype: beppevargiu